adolescenza
PSICOLOGIA DELL'ADOLESCENZA

Adolescenza deriva da "adolescere" (crescere). Rappresenta una fase della vita ricca di mutamenti: fisici, psicologici, relazionali, emotivo-comportamentali. Secondo Piaget segna il passaggio allo stadio operatorio formale, quello stadio in cui il pensiero viene usato per fare ipotesi, sperimentazioni, verifiche e valutazioni. Il ragionamento è quello ipotetico-deduttivo. Ma l'adolescenza può rappresentare anche l'epoca dei conflitti tra parti del sè e tra sè e gli altri, in particolare le figure genitoriali dalle quali bisogna affrancarsi. Ed è proprio il processo di separazione-individuazione il processo che contraddistingue questa fase della vita, e che una volta superato conduce alla vita adulta.

psicologia dell'adulto
PSICOLOGIA DELL'ADULTO

La Psicologia si occupa della sofferenza e del disagio dell'essere umano. In ogni fase della vita possono presentarsi disagi temporanei legati ad un evento particolare (un lutto, una separazione, un trasferimento, una malattia, ecc.) che non permettono più all'individuo di assolvere adeguatamente agli impegni della vita quotidiana (lavoro, vita sociale e relazionale, affetti). Altre volte il disagio è più forte tanto da costituire un disturbo psicopatologico vero e proprio, con precise caratteristiche che solo un professionista esperto è in grado di decifrare. La scelta di affidarsi, in questi momenti difficili, ad un parere esperto, significa essere fortemente motivati a conoscere parti di sè che hanno bisogno di essere comprese e rafforzate per riprendere il loro pieno funzionamento.

 

anziani
PSICOLOGIA DELL'ANZIANO

La Psicologia dell'Invecchiamento rappresenta un filone di studi relativamente giovane ed in rapida evoluzione. Negli ultimi trent'anni la visione dell'anziano è radicalmente mutata, frutto proprio dei risultati delle ricerche che hanno mostrato, ad esempio che la vecchiaia non è sinonimo di malattia e perdite, come stereotipicamente siamo portati a pensare. La vecchiaia è un fenomeno multidimensionale: esiste una vecchiaia fisica, sociale, psicologica ed è dall'integrazione di queste componenti, che scaturiscono le modalità uniche ed individuali, di vivere il proprio invecchiamento. L'invecchiamento normale è dunque diverso dall'invecchiamento patologico, il quale è contraddistinto da malattie gravi, come l'Alzheimer, che colpiscono solo una parte della popolazione anziana. Tra i disturbi psicologici, invece, ansia e depressione sono molto frequenti tra gli anziani, ma a causa dei pregiudizi che esistono anche tra gli operatori sanitari, vengono spesso sottovalutati o trattati esclusivamente con terapie farmacologiche.